Centre Culturel Italien Linea Diretta
L'Italie au coeur de Lille

CAFFE LITTERARIO - Calendrier 2020-2021

Il vostro Centro Culturale Italiano, in collaborazione con la Libreria Internazionale V.O., è lieto di comunicarvi le date ed i titoli previsti per il «Caffè Letterario» del nuovo anno accademico 2020 /2021.

Come per le precedenti edizioni, si tratta di incontri mensili durante i quali esprimerete e confronterete le vostre opinioni sul libro letto con italiani nativi. Il «Caffè Letterario» non è una conferenza, ma un vero momento di incontro e confronto, con la partecipazione attiva di tutti i presenti.

Gli incontri si terranno alla “Nouvelle Librairie Internationale VO”, 66, rue Gustave Delory dalle ore 18.00 alle ore 19.30 un mercoledi al mese come dal calendario :

14 ottobre :  "L’Isola di Arturo", E. Morante

18 novembre :  "Un indovino mi disse", Tiziano Terzani

16 dicembre : “La Straniera”, Claudia Durastanti

20 gennaio : “M. Figlio del secolo”, Antonio Scurati

17 febbraio : “L’avventura di un povero cristiano”, Ignazio Silone

17 marzo : "L'ultima stazione", Beniamino Joppolo

21 aprile : "Le assagiatrici", Rosela Postorino

26 maggio : "Pinocchio", Carlo Collodi

PINOCCHIO - Mercredi 26 Mai à 18h

 

 in presenza e con l'ausilio di Giovana Paola Vergari

 

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Soggetto del libro:

La storia rocambolesca di Pinocchio, il burattino di legno combattuto tra il desiderio di obbedire a Geppetto, alla Fata turchina e a chi vuole il suo bene, e i piaceri squisiti o irresistibili della vita.

Fine di questa edizione e di questo commento è avvicinare il lettore a un testo affidabile di Pinocchio e insieme favorire la sua libera lettura con l'offrirgli chiarimenti e riferimenti su ogni fatto stilistico, linguistico, oggettuale, storico, strutturale, simbolico e allusivo, ad esclusione di quelli che intende e chiarisce da solo. Nel corso del commento una novità insistentemente indagata, e che alla fine si delinea come una realtà corposa e unitaria, è quel che abbiamo chiamato la "cultura parlata", per distinguerla sia dalla cultura 'regolare' sia da quella folcloristica; e nella quale consiste il più e il meglio del 'segreto' del capolavoro collodiano. È in forza di un dato come questo, che proposto "di prima mano" si affaccia ora al sapere, che la 'ragion poetica' di Pinocchio si illumina di nuova luce, che senza deprimerne il mistero ne aumenta di molto la felicità." Introduzione di Fernando Tempesti.

L'autore :

Carlo Collodi nasce a Firenze nel 1826 con il nome di Carlo Lorenzini: Collodi non è altro che il nome del paese di cui era originaria la madre (all’epoca il paese Collodi era in provincia di Lucca, a partire dal 1927 è in provincia di Pistoia). Scrive il suo capolavoro Le avventure di Pinocchio, che apparvero per la prima volta sul Giornale dei bambini nel 1881, con il titolo La storia di un burattino facendole terminare con il quindicesimo capitolo. Il libro fu portato a termine nel 1883.

Le assaggiatrici - Mercredi 21 avril à 18h via ZOOM

In presenza e con l'ausilio di Sara  Stabile

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.fr

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

Soggetto del libro: Prussia Orientale, 1944: nella “tana del lupo”, il rifugio segreto di Hitler, alcune donne sono assunte e pagate dal regime per mangiare il cibo del Führer e verificare se sia o meno avvelenato. Una vicenda vera, anche se poco nota, alla quale l’autrice si è appassionata leggendo su un giornale di Margot Wölk, una di queste donne, a lungo chiusa nel silenzio sulla vicenda e disposta a far trapelare qualcosa solo intorno ai novant’anni, poco prima di morire e di lasciare la stessa Postorino, alla ricerca di testimonianze, priva di un racconto autentico della storia.

Con una rara capacità di dare conto alle ambiguità dell'animo umano racconta la vicenda eccezionale di una donna in trappola, fragile di fronte alla violenza della storia, forte dei desideri della giovinezza.

Romanzo vincitore del Premio Campiello 2018. - Vincitore del Premio Wondy di letteratura resiliente 2019 - Finalista Premio Letterario nazionale Chianti 32ma edizione.

 L'autore :

Nata a Reggio Calabria nel 1978, Rosella Postorino cresciuta in provincia di Imperia, ha conseguito la laurea in Scienze cognitive all'Università di Siena, nella facoltà di Lettere e Filosofia. Vive e lavora a Roma come scrittrice e come editore di Einaudi Stile Libero

 Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille.

 

 

 

 

L'ultima Stazione - Mercredi 17 mars à 18h via ZOOM

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.fr

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

Soggetto del libro : si tratterà unicamente della prima piece de questo trittico.

La sua opera è una scrittura corporale. nel senso della metafora aristotelica per la quale il corpo scrive e viene scritto e nel senso dell'omologia platonica per la quale la parola equivale al corpo e viene letta come un corpo. Il corpo è il suo statuto complessivo, il punto di riferimento essenziale, per cui l'espressività di Joppolo corrisponde alla sua fisicità: egli compone seguitando per così dire i bioritmi della sua scrittura. La drammaturgia di Joppolo torna così a riproporsi con forza alla scena contemporanea, dove ha conosciuto fin qui alterna fortuna.

 L'autore :

Beniamino Joppolo (Patti (provincia di Messina), 1906) fu  poeta drammaturgo, romanziere, pittore e critico. Si laurea in Scienze politiche e sociali nel 1929 a Firenze. Lo stesso anno pubblica la sua prima raccolta di versi, "I canti dei sensi e dell'idea". Intellettuale antifascista, a partire dal 1947 si dedica anche alla pittura. Nel 1954 si trasferisce con la famiglia a Parigi, dove muore il 2 ottobre 1963.

 Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille.

 008170192.jpg - 39,82 kB

 

 

 

L'avventura d'un povero cristiano - Samedi 20 février à 14 heures via ZOOM

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : contact@linea-diretta

Soggetto del libro: Pietro da Morrone, umile frate eremita, salì al soglio pontificio nel 1294 con il nome di Celestino V, ma - convinto dell'impossibilità di conciliare lo spirito evangelico con i doveri del trono - rinunciò all'incarico. Agli occhi del suo conterraneo Ignazio Silone, il papa del "gran rifiuto" dantesco assurge a simbolo di chi antepone la purezza della coscienza alle lusinghe del potere e rappresenta la definitiva incarnazione dell'uomo che sceglie la libertà. Con L'avventura d'un povero cristiano Silone giunge al vertice del suo percorso umano, civile e letterario, dando al suo messaggio la forma narrativa di un dramma di straordinaria potenza ed efficacia. 

 L'autore :  Pseudonimo di Secondino Tranquilli, Pescina, L'Aquila, 1900 - Ginevra 1978. Scrittore dal forte impegno civile e politico, scrisse saggi come Il fascismo. Origini e sviluppo(1934), La scuola dei dittatori (1938) e Uscita di sicurezza(1965) e romanzi, tra i quali Fontamara (1933), Vino e pane(1936), Il seme sotto la neve (1941), Il segreto di Luca(1956) e L'avventura d'un povero cristiano (1968, premio Campiello).

 Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

 

 

M. Il figlio del secolo di Antonio Scurati- 20 Janvier 2021 18h via ZOOM

Soggetto del libro:

Il primo romanzo sul fascismo raccontato attraverso Benito Mussolini. M. Il figlio del secolo è un romanzo storico scritto da Antonio Scurati che narra l'ascesa al potere di Benito Mussolini. Con questo romanzo Antonio Scurati ha vinto il premio Strega 2019 con 228 voti e ha dedicato la vittoria a chi ha combattuto contro il fascismo .

È un romanzo, sì, ma un romanzo in cui d'inventato non c'è nulla. Al contrario, ogni singolo accadimento, personaggio, dialogo o discorso è storicamente documentato o autorevolmente testimoniato da più di una fonte. È la storia dell'Italia tra il 1919 e il 1925, dalla fondazione dei Fasci italiani di combattimento al delitto Matteotti, la storia di un Paese che si consegna alla dittatura, la storia di un uomo (M, il figlio del secolo) che rinasce molte volte dalle proprie ceneri. La storia della Storia che ci ha resi quello che siamo.

L'autore

Antonio Scurati nasce a Napoli il 25 giugno 1969. Terminato il liceo, lo scrittore si è trasferito a Milano per proseguire gli studi in Filosofia. La sua formazione è completata a Bergamo dove inizia la sua lunga carriera di docente e ricercatore. Contemporaneamente alla sua attività di professore, Scurati inizia a dedicarsi alla scrittura di libri grazie anche alla collaborazione con la casa editrice Bompiani. Diverse le opere pubblicate che hanno ricevuto riconoscimenti come per esempio Il Sopravvisuto che ha vinto il Premio Campiello.

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta

Il libro si puo comprare alla « nouvelle Librairie internationale VO », 66, rue Gustave Delory à Lille.

 M_il_figlio.jpg - 27,60 kB

 

 

La Straniera di Claudia Durastanti - 16 décembre 2020 18h via ZOOM

Soggetto del libro

«La storia di una famiglia somiglia più a una cartina topografica che a un romanzo, e una biografia è la somma di tutte le ere geologiche che hai attraversato

Così Claudia Durastanti racconta nel suo ultimo libro  le rotte migratorie che l’hanno portata a sentirsi letteralmente “straniera” ovunque. Perlustrando la memoria, l’autrice svela l’origine del suo perenne senso di sradicamento: figlia di genitori separati, è costretta ad abbandonare la realtà urbana di Brooklyn per ritrovarsi catapultata in un piccolo paese della Basilicata, «in cui c’erano più capi di bestiame che persone.» Trasformandosi di fatto in «un’immigrata al contrario che abbandonava il futuro per disintegrarsi nel passato.»

L'autore

Claudia Durastanti (Brooklyn, 8 giugno 1984) è una scrittrice e traduttrice italiana. Si laurea in antropologia culturale all'Università La Sapienza di Roma, per poi proseguire gli studi alla De Montfort University di Leicester e tornando a La Sapienza per un master in editoria e giornalismo. Ha lavorato come consulente editoriale per il Salone del libro di Torino e ha cofondato il Festival Italian of Literature in London.

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta

Il libro si puo comprare alla « nouvelle Librairie internationale VO », 66, rue Gustave Delory à Lille.

 

 la_straniera.jpg - 14,41 kB