Centre Culturel Italien Linea Diretta
L'Italie au coeur de Lille

L'ultima estate in città di Gianfranco Calligarich - Mercoledi 18 maggio alle 18 alla Nouvelle librairie VO

in presenza e con l'ausilio di Giuseppe  Mucciante

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Soggetto del libro: Leo ha trent'anni e si muove a caso fra mestieri discontinui e mediocri, fra convegni e incontri dove i rapporti umani sono effimeri e sfilacciati. Riconosce come suoi unici beni una vecchia automobile, un appartamento in prestito, alcune rare memorie familiari. L'incontro con una ragazza irrequieta e fragile e le deliranti divagazioni di un amico distrutto dall'alcol sembrano insediarsi nella sua solitudine e accendere in lui un soffio vitale. Ma sa di essere nel numero di quelli che perdono, per una inettitudine a vivere e per una oscura repulsione verso ogni vittoria. La città che lo accoglie è una Roma inospitale, solenne, vasta e indifferente, non amica né materna ma piuttosto beffardamente complice.

L'autore :  Di famiglia cosmopolita originaria di Trieste e nato a Asmara in Africa Orientale da padre nato in Grecia, a Corfù,  e madre piemontese, giunto in Italia trascorre una avventurosa giovinezza nella Milano del dopoguerra cominciando giovanissimo a scrivere fino agli anni Sessanta quando si trasferisce a Roma a lavorare come giornalista. Dopo molti racconti pubblicati su varie riviste letterarie e un romanzo, L'ultima estate in città, che presentato da Natalia Ginzburg e Cesare Garboli vince il Premio Inedito e viene pubblicato da Garzanti, lascia definitivamente il giornalismo per iniziare una intensa attività di sceneggiatore per il cinema e la televisione.

Il libro si può comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

L’ARTE DELLA GIOIA di Goliarda Sapienza - Mercoledi 27 aprile alle 18 alla Nouvelle librairie VO

in presenza e con l'ausilio di Irene Sgambaro
Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Soggetto del libro: "L'arte della gioia" è un libro postumo: giaceva da vent'anni abbandonato in una cassapanca e, dopo essere stato rifiutato da molti editori, venne stampato in pochi esemplari da Stampa Alternativa nel 1998. Ma soltanto quando uscì in Francia ricevette il giusto riconoscimento. Nel romanzo tutto ruota intorno alla figura di Modesta: una donna vitale e scomoda, potentemente immorale secondo la morale comune. Una donna siciliana in cui si fondono carnalità e intelletto. Modesta nasce in una casa povera ma fin dall'inizio è consapevole di essere destinata a una vita che va oltre i confini del suo villaggio. Ancora ragazzina è mandata in un convento e successivamente in una casa di nobili dove, grazie al suo talento e alla sua intelligenza, riesce a convertirsi in aristocratica attraverso un matrimonio di convenienza. Tutto ciò senza smettere di sedurre uomini e donne di ogni tipo. Amica generosa, madre affettuosa, amante sensuale: Modesta è una donna capace di scombinare ogni regola del gioco pur di godere del vero piacere, sfidando la cultura patriarcale, fascista, mafiosa e oppressiva in cui vive. "L'arte della gioia" è l'opera scandalo di una scrittrice. È un'autobiografia immaginaria. È un romanzo d'avventura. È un romanzo di formazione. Ed è anche un romanzo erotico, e politico, e psicologico. Insomma, è un romanzo indefinibile, che conquista e sconvolge.

L'autore :  Goliarda Sapienza è stata un’attrice teatrale cinematografica e scrittrice : Catania (1924) – Gaeta (1996). Ha frequentato a Roma l’Accademia d’arte drammatica, interpretando per un certo periodo ruoli pirandelliani, per poi recitare in alcuni film tra cui Un giorno nella vita (1946) di A. Blasetti, Senso (1954) L. Visconti. Si è dedicata alla scrittura pubblicando diversi libri quali Lettera aperta (1967), Le certezze del dubbio (1987) e L’università di Rebibbia (1983). Tra il 1967 e il 1976 ha scritto quella che è la sua opera più importante, L’arte della gioia.

Il libro si può comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

“IL SEGRETO DEL BOSCO VECCHIO” e “BARNABO DELLE MONTAGNE” di Dino Buzzati - Mercoledi 23 marzo 2022 alle 18:00 alla Nouvelle librairie VO

in presenza e con l'ausilio di Giuseppe Mucciante

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

 

Soggetto dei libri:

Il segreto del bosco vecchio (1933): I boschi di Valle di Fondo hanno due nuovi padroni: il colonnello Procolo, un uomo che non sorride mai, e suo nipote Benvenuto, un orfano che vuole soltanto essere amato. Il colonnello, però, non conosce tenerezza, e la presenza di Benvenuto lo inquieta tanto da indurlo a desiderarne la morte. Ma né Matteo, vento gradasso, né il malvagio topo con cui Procolo si è alleato riusciranno a far del male al ragazzo, protetto dai Geni che abitano il bosco...

Barnabo delle montagne(1935): Bàrnabo, giovane guardiaboschi, è il primo tra i personaggi di Buzzati a provare il sentimento dell’attesa, a spiare, nelle lunghe giornate, la luce che sorge e scolora sulle montagne, a sperimentare cosa significhi attendere. Ed è ancora Bàrnabo a inaugurare l’esperienza del tempo come strano regista della vita, con i suoi segni discreti, leggeri e sbadati, ma irrevocabili. Bàrnabo delle montagne è la prova rivelatrice di quel favolismo morale che distinguerà la sua produzione, ponendola a capostipite di tutta una linea narrativa del sogno, dell’incubo, dell’altrove.

 

L'autore :  Dino Buzzati (Belluno 1906 - Milano 1972), tra i più originali autori italiani del Novecento, entrò nel 1928 al «Corriere della Sera», di cui fu cronista, redattore e inviato speciale. Esordì nel 1933 con Bàrnabo delle montagne, cui seguirono numerosi romanzi e racconti di successo tra i quali: Il segreto del Bosco Vecchio (1935), Il deserto dei Tartari (1940)…

I libri si possono comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

 

 

COMICI SPAVENTATI GUERRIERI di Stefano Benni -Mercredi 23 Février à 18h à la Librairie VO

in presenza e con l'ausilio di Giovana Paola Vergari
Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Soggetto del libro: "Comici spaventati guerrieri" è una "recherche" metropolitana che si dilata coralmente come un blues ritmando spostamenti e appostamenti, separazioni e incontri, agguati e fughe, colpi di kung-fu e spari, amori improvvisi e improvvise amicizie, dialoghi, monologhi, visioni e sogni. Sulle sue note ilari aleggia l'atmosfera acre della città e l'infinita distanza tra "centro" e "periferia". Giacché questo è un romanzo in cui il riso ricade sul cinismo, la corruzione squallida e dorata, la stupidità di questi anni che qualcuno ha definito e qualcuno ha voluto bui. È un romanzo che risuona delle impreviste possibilità polifoniche del tragicomico quotidiano, un libro in definitiva che non somiglia a nessun altro somigliando a Stefano Benni. Il quale raggiunge qui un'altra meta del suo percorso solitario, rivolto a riscattare il comico dagli avvilimenti imperanti, a restituirgli dignità letteraria in una scrittura vibrante di modulazioni musicali e poetiche, e in una tensione tematica che porta questo genere ad affacciarsi, come per sfida, sull'opposta sponda del tragico.

L'autore :  Stefano Benni, nato a Bologna il 12 agosto 1947, è uno scrittore, giornalista, sceneggiatore, poeta, drammaturgo e umorista italiano.Ha collaborato con i settimanali L’espresso e Panorama, con i satirici Cuore e Tango, i quotidiani La Repubblica e Il manifesto. Autore televisivo fu anche “battutista” di Beppe Grillo agli esordi. Ha curato la regia e la sceneggiatura del film Musica per vecchi animali (1989), e ha allestito e recitato in numerosi spettacoli con vari musicisti jazz e classici.

 

Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

CALENDRIER 2021-2022 DU CAFFE LETTERARIO

20 octobre : "Il treno dei bambini" de Viola Ardone ; séance animée par Sara Stabile

24 novembre : "Argo il cieco" de Gesualdo Bufalino ; séance animée par Martina Gieri

8 décembre : "Come tu mi vuoi" de Luigi Pirandello ; séance animée parAntonio Palermo

19 janvier : "Venuto al mondo" di Margaret Mazzantini  ; séance animée par Giovanna Paola Vergari. 

23 février : "Comici spaventati guerrieri" di Stefano Benni

23 mars :"Il segreto del bosco vecchio" de Dino Buzzati ; séance animée par Giuseppe Muciante

27 avril :"L arte della gioia " de Goliarda Sapienza ; séance animée par Irene Sgambaro

18 mai : à préciser

 

VENUTO AL MONDO de Margaret Mazzantini - Mercredi 16 mars 18h à la librairie VO

in presenza e con l'ausilio di Chiara Canesi.  
Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

 

Soggetto del libro : Premio Campiello 2009. Una mattina Gemma sale su un aereo, trascinandosi dietro un figlio di oggi, Pietro, un ragazzo di sedici anni. Destinazione Sarajevo, città-confine tra Occidente e Oriente, ferita da un passato ancora vicino. Ad attenderla all'aeroporto, Gojko, poeta bosniaco, amico, fratello, amore mancato, che ai tempi festosi delle Olimpiadi invernali del 1984 traghettò Gemma verso l'amore della sua vita, Diego, il fotografo di pozzanghere. Il romanzo racconta la storia di questo amore, una storia di ragazzi farneticanti che si rincontrano oggi invecchiati in un dopoguerra recente. Una storia d'amore appassionata, imperfetta come gli amori veri. Ma anche la storia di una maternità cercata, negata, risarcita. Il cammino misterioso di una nascita che fa.

Margaret Mazzantini Scrittrice, drammaturga e attrice italiana.
Figlia dello scrittore Carlo Mazzantini e di una nota pittrice irlandese, si diploma presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica all'inizio degli anni anni Ottanta.
Successivamente si esibisce come attrice di teatro, cinema e televisione ma è conosciuta soprattutto come scrittrice; ha infatti esordito in letteratura con Il catino di zinco (Marsilio Editori, 1994), vincitore del Premio Campiello e del premio Opera Prima Rapallo-Carige. Con Non ti muovere (Mondadori 2002) ha vinto il premio Strega. Nel 2008 la Mazzantini è ritornata nelle librerie con il romanzo Venuto al mondo. Del 2011 è Nessuno si salva da solo (Mondadori). Del 2011 è Mare al mattino (Einaudi); del 2013 è un altro romanzo edito da Mondadori: Splendore.

Il libro si puo comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille.

COME TU ME VUOI de Luigi Pirandello -Mercredi 8 décembre 18h à la librairie VO

in presenza e con l'ausilio di  Antonio Palermo
Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

 

Soggetto del libro : "Come tu mi vuoi" è un dramma in tre atti scritto alla fine degli anni venti da Luigi Pirandello. Prende lo spunto da un celebre caso giudiziario avvenuto negli stessi anni: si tratta del caso Bruneri-Canella, lo stesso che avrebbe ispirato, molto più tardi, il film "Lo smemorato di Collegno". Siamo di fronte all'unico testo pirandelliano ambientato, almeno in parte, fuori dall'Italia, a Berlino. Proprio questa città, con la sua confusa vita notturna, incarna lo spazio della trasgressione. La prima rappresentazione andò in scena al Teatro dei Filodrammatici di Milano, il 18 febbraio 1930, con la Compagnia di Marta Abba. La vicenda di "Come tu mi vuoi" riguarda un personaggio enigmatico, maschera di moderna femme fatale, di cui all'inizio non si conosce il nome. Ballerina nella Berlino del dopoguerra, "l'ignota" si ritrova contesa tra l'amante, Carl Salter, scrittore tedesco, col quale vive a Berlino e Bruno Pieri che ritrova in essa Lucia, la sua moglie scomparsa da oltre dieci anni, dopo essere stata violentata dai soldati che avevano occupato la sua villa in Italia durante l'invasione austriaca 

L'autore :  Scrittore, drammaturgo e poeta, il siciliano Luigi Pirandello (Agrigento,1867 – Roma, 1936) è considerato uno dei più grandi letterati di sempre. Nel 1934 giunse anche la consacrazione artistica, quando Pirandello venne insignito del Premio Nobel “per il suo ardito e ingegnoso rinnovamento dell’arte drammatica e teatrale”.

Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille