Centre Culturel Italien Linea Diretta
L'Italie au coeur de Lille

CALENDRIER 2021-2022 DU CAFFE LETTERARIO

20 octobre : "Il treno dei bambini" de Viola Ardone ; séance animée par Sara Stabile

24 novembre : "Argo il cieco" de Gesualdo Bufalino ; séance animée par Martina Gieri

8 décembre : "Come tu mi vuoi" de Luigi Pirandello ; séance animée parAntonio Palermo

19 janvier : "Venuto al mondo" di Margaret Mazzantini  ; séance animée par Giovanna Paola Vergari. 

23 février : "Comici spaventati guerrieri" di Stefano Benni

23 mars :"Il segreto del bosco vecchio" de Dino Buzzati ; séance animée par Giuseppe Muciante

27 avril :"L arte della gioia " de Goliarda Sapienza ; séance animée par Irene Sgambaro

18 mai : à préciser

 

VENUTO AL MONDO de Margaret Mazzantini - Mercredi 19 janvier 18h à la librairie VO

in presenza e con l'ausilio di Giovanna Paola Vergari.  
Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

 

Soggetto del libro : Premio Campiello 2009. Una mattina Gemma sale su un aereo, trascinandosi dietro un figlio di oggi, Pietro, un ragazzo di sedici anni. Destinazione Sarajevo, città-confine tra Occidente e Oriente, ferita da un passato ancora vicino. Ad attenderla all'aeroporto, Gojko, poeta bosniaco, amico, fratello, amore mancato, che ai tempi festosi delle Olimpiadi invernali del 1984 traghettò Gemma verso l'amore della sua vita, Diego, il fotografo di pozzanghere. Il romanzo racconta la storia di questo amore, una storia di ragazzi farneticanti che si rincontrano oggi invecchiati in un dopoguerra recente. Una storia d'amore appassionata, imperfetta come gli amori veri. Ma anche la storia di una maternità cercata, negata, risarcita. Il cammino misterioso di una nascita che fa.

Margaret Mazzantini Scrittrice, drammaturga e attrice italiana.
Figlia dello scrittore Carlo Mazzantini e di una nota pittrice irlandese, si diploma presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica all'inizio degli anni anni Ottanta.
Successivamente si esibisce come attrice di teatro, cinema e televisione ma è conosciuta soprattutto come scrittrice; ha infatti esordito in letteratura con Il catino di zinco (Marsilio Editori, 1994), vincitore del Premio Campiello e del premio Opera Prima Rapallo-Carige. Con Non ti muovere (Mondadori 2002) ha vinto il premio Strega. Nel 2008 la Mazzantini è ritornata nelle librerie con il romanzo Venuto al mondo. Del 2011 è Nessuno si salva da solo (Mondadori). Del 2011 è Mare al mattino (Einaudi); del 2013 è un altro romanzo edito da Mondadori: Splendore.

Il libro si puo comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille.

COME TU ME VUOI de Luigi Pirandello -Mercredi 8 décembre 18h à la librairie VO

in presenza e con l'ausilio di  Antonio Palermo
Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

 

Soggetto del libro : "Come tu mi vuoi" è un dramma in tre atti scritto alla fine degli anni venti da Luigi Pirandello. Prende lo spunto da un celebre caso giudiziario avvenuto negli stessi anni: si tratta del caso Bruneri-Canella, lo stesso che avrebbe ispirato, molto più tardi, il film "Lo smemorato di Collegno". Siamo di fronte all'unico testo pirandelliano ambientato, almeno in parte, fuori dall'Italia, a Berlino. Proprio questa città, con la sua confusa vita notturna, incarna lo spazio della trasgressione. La prima rappresentazione andò in scena al Teatro dei Filodrammatici di Milano, il 18 febbraio 1930, con la Compagnia di Marta Abba. La vicenda di "Come tu mi vuoi" riguarda un personaggio enigmatico, maschera di moderna femme fatale, di cui all'inizio non si conosce il nome. Ballerina nella Berlino del dopoguerra, "l'ignota" si ritrova contesa tra l'amante, Carl Salter, scrittore tedesco, col quale vive a Berlino e Bruno Pieri che ritrova in essa Lucia, la sua moglie scomparsa da oltre dieci anni, dopo essere stata violentata dai soldati che avevano occupato la sua villa in Italia durante l'invasione austriaca 

L'autore :  Scrittore, drammaturgo e poeta, il siciliano Luigi Pirandello (Agrigento,1867 – Roma, 1936) è considerato uno dei più grandi letterati di sempre. Nel 1934 giunse anche la consacrazione artistica, quando Pirandello venne insignito del Premio Nobel “per il suo ardito e ingegnoso rinnovamento dell’arte drammatica e teatrale”.

Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

ARGO IL CIECO di Gesualdo Bufalino - Mercredi 24 Novembre 18h à la librairie VO

in presenza e con l'ausilio di  Martina Gieri


Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

 

Soggetto del libro: Argo il cieco è la sua seconda opera, pubblicata nel 1984. Si tratta di una sorta di diario-romanzo che narra i sogni della memoria di un anziano sessantenne, alter-ego dello stesso scrittore. Il protagonista ripercorre, in un'atmosfera incantata e quasi fiabesca, le sue avventure giovanili. L'anziano si trova nella stanza d'albergo di una Roma invernale e piovosa, intento a rievocare se stesso trentenne nel 1951, in una città siciliana, Modica, estiva e luminosa. Scorre un juke-box di  ricordi programmato a disubbidire, scorrono soprattutto gli amori della sua gioventù per le brune e avvenenti ragazze siciliane, che si sporgono ridenti dai davanzali e dai balconi delle loro case. C'è quindi uno sdoppiarsi dell'io in due città e due età diverse che provoca nel lettore un felice effetto disorientante, ipnotico e allucinatorio.

L'autore :  Gesualdo Bufalino, nato a Comiso, in provincia di Ragusa nel 1920, è stato uno dei più grandi scrittori del Novecento ed è considerato uno dei massimi rappresentanti della narrativa siciliana. Si può definire uno scrittore "anziano", intriso di ricordi. Quando esordisce corre, infatti, l'anno 1981: Bufalino ha più di sessant’ anni e sbalordisce tutti con il suo capolavoro, Diceria dell'Untore. Tra le sue opere, oltre ad Argo il Cieco, si ricordano i racconti de L'uomo invaso(1986), Le menzogne della notte (1988), il giallo parodistico Qui pro quo (1991), Calende greche (1992), la favola  Il Guerrin Meschino (1993) e il suo ultimo romanzo, Tommaso e il fotografo cieco.

Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille  

IL TRENO DEI BAMBINI de Viola ARDONE- Mercredi 20 octobre à 17h30 à la librairie VO

In presenza e con l'ausilio di Sara  Stabile

Si prega di pre-iscriversi tramite e-mail a : contact@linea-diretta.fr

Prière de s'inscrire a l'adresse mail : Cette adresse e-mail est protégée contre les robots spammeurs. Vous devez activer le JavaScript pour la visualiser.

Soggetto del libro: È il 1946 quando Amerigo lascia il suo rione di Napoli e sale su un treno. Assieme a migliaia di altri bambini meridionali attraverserà l'intera penisola e trascorrerà alcuni mesi in una famiglia del Nord; un'iniziativa del Partito comunista per strappare i piccoli alla miseria dopo l'ultimo conflitto. Con lo stupore dei suoi sette anni e il piglio furbo di un bambino dei vicoli, Amerigo ci mostra un'Italia che si rialza dalla guerra come se la vedessimo per la prima volta. E ci affida la storia commovente di una separazione. Quel dolore originario cui non ci si può sottrarre, perché non c'è altro modo per crescere.

L'autore :  Viola Ardone, nata a Napoli nel 1974, ha lavorato per alcuni anni nell’editoria prima di dedicarsi all’insegnamento nel Liceo. Fra i suoi romanzi ricordiamo “La ricetta del cuore in subbuglio” (2013) e “Una rivoluzione sentimentale” (2016), entrambi editi da Salani, e la sua ultima fatica letteraria, “Il treno dei bambini” (2019), edito da Einaudi, che sta riscuotendo un enorme successo e i cui diritti di traduzione sono stati già acquistati da ben 19 paesi, dagli Stati Uniti alla Cina.

Il libro si po comprare alla « nouvelle Librairie VO », 66, rue Gustave Delory à Lille